Le migliori app per fare trekking

Uno dei piaceri che negli ultimi anni hanno scoperto sempre più persone è quello del trekking. C’è chi ha iniziato magari a scopo di salute, chi per perdere qualche chilo o mantenersi in forma, chi ancora perché ha sposato la filosofia del turismo lento e sostenibile, un po’ tutti, prima o poi, ci siamo approcciati a questo modo di scoprire il mondo utilizzando un mezzo che abbiamo tutti a disposizione: i piedi.

Poniamo subito però una base fondamentale: il trekking non è semplicemente passeggiare per boschi o passare una giornata tra amici tra una costolina grigliata e una salsiccia. Il trekking è una filosofia di vita, un’attività sportiva vera e propria che può attingere a un bacino di informazioni e direttive, nonché direzioni, che ci consentono di fruirne in maniera più composita.

Per fare trekking sul serio, insomma, non bisogna essere impreparati. Anche perché gli imprevisti possono essere sempre dietro l’angolo e bisogna imparare a conoscere la natura che ci circonda senza sfidare eccessivamente la sorte.

Per aiutarci, possiamo godere del supporto della tecnologia, come un po’ in tutti i campi. Anche il trekking infatti ha visto la nascita di molte applicazioni dedicate che, in maniera specifica e dettagliata, ci aiutano nelle nostre spedizioni in mezzo alla natura.

Scopriamo insieme le migliori app per fare trekking e impariamo ad amare la natura almeno quanto ci ama lei avendoci donato questo pianeta meraviglioso tutto da scoprire.

Quali sono le migliori app per fare trekking e non essere mai impreparati

Non nascondiamolo: lo smartphone è diventato una sorta di nostra estensione. Lo portiamo ovunque. Un po’ per effettiva utilità e un po’ perché quasi non riusciamo a fare a meno di leggere quello che fanno i nostri contatti o di postare le nostre attività, il telefono non ci abbandona mai.

Al di là dell’utilizzo più o meno ludico che possiamo farne, lo smartphone può tornarci decisamente utile anche quando facciamo trekking grazie a delle specifiche applicazioni che ci permettono di utilizzare diverse funzioni.

Se sei un camminatore appassionato, stai leggendo l’articolo giusto.

Vediamo quali sono le migliori app per fare trekking.

Oruxmaps

Oruxmaps è senza dubbio una delle applicazioni più utilizzate dai camminatori provetti.

Non si tratta certamente di una delle app più semplici da utilizzare, ma nasce proprio con lo scopo di offrire un supporto abbastanza tecnico a chi è già pratico di trekking.

Oruxmaps possiede un grandissimo archivio di mappe, che possono essere consultate sia in modalità online che offline, previo download ovviamente. Si caratterizza inoltre per la possibilità di seguire tracce preimpostate o di crearne delle proprie oltre che per la possibilità di localizzare waypoint anche fotografici.

Disponibile per utenti Android.

GPS Kit

GPS Kit è invece una tra le migliori app per fare trekking appannaggio degli utenti iOS.

Quest’app ha in dotazione una grandissima quantità di mappe che fornite da Google, dalla Nasa o da Open Street Map e consente agevolmente di registrare le proprie tracce.

Le mappe possono essere consultate sia online che offline, dopo averle scaricate.

Wililoc

Wikiloc è l’app perfetta quando ti chiedi “E adesso quale strada prendo?”. Collegata a un enorme archivio condiviso di tracce, Wikiloc ti permette di accedere a quantità enorme di percorsi già svolti da altri camminatori che hanno calcato prima di te quelle tracce.

Si tratta però di un’applicazione che dà il suo meglio nella versione a pagamento. Con quella free purtroppo la scelta è abbastanza limitata, anche per quanto riguarda la consultazione standard delle mappe.

Vale però la pena acquistarla.

My Tracks

My Tracks è un’app di Google. Il suo pregio è senza dubbio la semplicità di utilizzo e di consultazione .

Registrando il tuo cammino avrai accesso a tutti i dati e a tutte le statistiche del percorso per avere un quadro ampio e dettagliato dell’attività che hai svolto. Un report ben fatto, dobbiamo dire.

Se poi sui social hai una cricca di appassionati come te, My Tracks ti consente di convertire il tuo report e di condividerlo direttamente sui social.

Una pecca è forse quella che le uniche mappe a disposizione sono quelle di Google. Ma può essere assolutamente un’app da tenere in memoria.

Outdoor Atlas

Outdoor Atlas, nella scelta che abbiamo fatto tra le migliori app per fare trekking, è quella che si può definire come un’applicazione assolutamente funzionale allo scopo.

Ha a disposizione diverse mappe già preinstallate e consente di implementarne altre semplicemente scaricandole. Le mappe possono essere consultate anche in modalità offiline.

Con Outdoor Atlas è inoltre possibile caricare le proprie tracce o seguirne di già impostante.

Una buona app che però necessita di parecchio spazio per girare. Se quindi hai già il telefono carico fai attenzione.

Maps.me

Maps.me è tra le app più conosciute non solo per chi fa trekking ma anche per chi va in mountain bike.

Oltre all’esperienza utente davvero semplice, Maps.me è amata perché fa un po’ tutto da sola: ti crea la tua traccia semplicemente inserendo arrivo e partenza.

Disponibile sia per Android che per iOS.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *